Astratti furori

…lesa padanità…

Posted in ...furori cosmici..., ...furori politici... by maelström on martedì, 16 novembre 2010 14:13 CEST

Insomma, doveva aprire bocca per forza. Premesso che a me i leghisti stanno tutti, nessuno escluso, sulle palle—anzi, sui maroni—Maroni ha voluto intervenire a tutti i costi. A riguardo dell’interessantissimo monologo fatto da Saviano, ieri sera, sulla mafia, il ministro oggi denuncia (e te pareva) le “accuse infamanti”, le “offese”, le “insinuazioni gravissime”, “le stupidaggini fuorvianti” (sic!) che la rispettabilissima Lega ha dovuto subire. Lesa padanità. Nonostante Saviano abbia semplicemente menzionato dei fatti e citato Gianfranco Miglio, ideologo del partito priapico, il ministro invoca il contraddittorio per smentire quanto riportato dallo scrittore. Mi chiedo: smentire cosa? I fatti? O le parole rilasciate da Miglio, nel marzo del 1999, a Il Giornale? Forse sono io che non ho capito bene come funziona: i fatti sono accuse? I fatti necessitano di contraddittorio? E cosa significherebbe contraddire i fatti se non affermare delle falsità?

Caro (si fa per dire) Maroni, tu dici: “Vorrei un faccia a faccia con lui per vedere se ha il coraggio di dire quelle cose guardandomi negli occhi“. Ora, l’unica ragione per cui una persona come Saviano dovrebbe aver timore di raccontarti dei fatti guardandoti dritto negli occhi è che il tuo volto è decisamente inguardabile.

«La Lega, per esempio, da sempre fa un contrasto culturale alle organizzazioni criminali, o repressivo: non vogliamo che sia il soggiorno obbligato, qui, dei mafiosi; manette… repressione… d’accordo; ma non basta, non è sufficiente, perché la loro forza è nell’economia, nei soldi legali che l’imprenditoria lombarda vuole e prende da decenni.
I soldi legali irrorano questo territorio. È lì l’elemento; il contrasto deve avvenire lì.
Pensate che uno dei padri della Lega, Gianfranco Miglio, in un’intervista disse:

«Io sono per il mantenimento anche della mafia e della ‘ndrangheta. Il Sud deve darsi uno statuto poggiante sulla personalità del comando. Che cos’è la mafia? Potere personale, spinto fino al delitto. Io non voglio ridurre il Meridione al modello europeo, sarebbe un’assurdità. C’è anche un clientelismo buono che determina crescita economica. Insomma, bisogna partire dal concetto che alcune manifestazioni tipiche del Sud hanno bisogno di essere costituzionalizzate.»[*]

Miglio dice che le mafie devono essere costituzionalizzate!»

—Roberto Saviano, Vieniviaconme, puntata di lunedì 15 novembre 2010.

[*] Gianfranco Miglio, Il Giornale, intervista del 20 marzo 1999.

Update del 16 novembre 2010 alle 18.00:

“Sono stupito e allarmato dalle parole del ministro Maroni”. Così Roberto Saviano in una nota replica alle dichiarazioni del ministro Roberto Maroni. “Non capisco di quali infamie parli – prosegue Saviano -. Temo che abbia visto un’altra trasmissione. Lo invito a rivederla e riascoltarla: io ho parlato solo di fatti, frutto di un’inchiesta giudiziaria dell’Antimafia di Milano e Reggio Calabria sul nuovo assetto della ‘Ndrangheta e sulla sua presenza culturale, politica ed economica in Lombardia. Fatti che dovrebbero preoccupare il ministro dell’Interno invece di spingerlo ad accusare chi li denuncia”.

—Roberto Saviano, La Repubblica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: